Ciao,

mi chiamo Lorenzo e sono uno dei 2 allenatori del Team Panda.

Il vicePanda. :-)

Ho iniziato a fare sport a 3 anni.

Ho sempre avuto una passione per tutto ciò che fosse movimento all’aria aperta.

Grazie ai miei genitori ho sempre avuto la fortuna di praticare diversi sport.

Credo che lo sport ti riesca ad insegnare, fin da quando sei bambino, valori e principi, che sono alla base della nostra vita quotidiana. 

Non bisogna per forza praticare uno sport, per diventare un professionista, anzi…. 

Fin da quando sei piccolo ti permette di socializzare con i tuoi coetanei.

Cosa che ad esempio non fa la PlayStation….. 

Sono tanti altri i valori che lo sport ti insegna, come il rispetto per gli altri, non solo compagni e avversari, ma anche per chi organizza le manifestazioni, mettendo passione e amore per permettere la realizzazione dei diversi eventi sportivi.

Solo se metti impegno, dedizione e passione riesci a costruire, lentamente, il tuo successo sportivo.

Potrei stare qui a parlare per due ore dei principi e dei valori, che lo sport insegna.

Ma vi annoierei mortalmente.

Ci sono voluti diversi anni per riuscire a trovare lo sport più affine alle mie caratteristiche, sia fisiche che mentali. 

Ma adesso non riuscirei più a farne a meno.

Sono qui a raccontarvi la mia esperienza all’interno del Triathlon, qual’è stato il mio approccio, quali erano le mie paure prima di iniziare, le emozioni dell’attesa della prima gara e tanto altro.

Ho fatto tanti sport prima di iniziare a fare Triathlon, gioco a tennis (sono anche istruttore di tennis), scio, gioco a calcio, ma iniziare a fare Triathlon mi ha stravolto la vita.

Il mio unico interesse è quello di trasmettere qualcosa a chi ho di fronte a me.

Bambino o adulto che sia.

Mi ricordo quando facevo il maestro di tennis e il mio obiettivo principale era trasmettere le mie conoscenze a chi avevo davanti.

Tornare ad allenare è stato un passaggio inevitabile. L’avevo solo accantonato per qualche anno, ma mi mancava troppo.

La cosa che mi piace di più, quando faccio qualsiasi cosa, è capire come funziona e formarmi per saperne sempre di più.

Credo che la formazione sia fondamentale, in qualsiasi settore, e essere aggiornati sia importantissimo.

Finito il liceo ho iniziato la facoltà di scienze motorie. 

Ero convinto che mi avrebbe potuto dare veramente informazioni utili per il mio percorso, ma nulla.

Credo che possa servire se si vuole fare il professore, ma sei il tuo obiettivo è fare l’allenatore, in qualsiasi sport, devi formarti in un altro modo.

Che poi adesso siamo molto più fortunati rispetto a tanti anni fa. Ci sono migliaia di libri, online c’è di tutto e hai la possibilità di conoscere diverse tipologie di allenamento e stili completamente diversi.

Poi sono convinto che ognuno debba imparare, conoscere, chiedere e poi farsi una propria idea e portarla avanti.

Io ad esempio non vedo lo sport, qualsiasi esso sia, come un’analisi della prestazione finale fine a se stessa.

Credo che allenarsi, voglia dire molto di più che preparare una gara e concentrarsi solo ed esclusivamente sul risultato finale.

Poi sono convinto che dare il 100% in ogni singolo allenamento sia fondamentale, ma non solo per la prestazione.

Spero di riuscire a trasmettere molto di più, rispetto ad assegnare delle semplici tabelle.

Amo viaggiare e amo fare anche altri sport, soprattutto nel periodo invernale in cui non faccio gare, a parte qualche corsa podistica.

Credo che uno degli aspetti più belli del Triathlon, sia il fatto di unire diverse discipline.

Se ami lo sport, a 360 gradi, non può non venirti voglia di iniziare a fare Triathlon.

La mia fortuna più grande, credo che sia stata quella di iniziare, con un coach, che oltre a essere preparato, aveva la mia stessa visione dello sport.

Fin da subito c’è stata una sintonia pazzesca, tra me e stefano (il panda, ovviamente)  e mi ha fatto appassionare a questo fantastico mondo.

Io sono una persona, che quando decide di affidarsi a qualcuno,  lo fa al 100%. Quindi, ogni singola tabella, ogni singolo consiglio, ogni singola parola che sentivo uscire dalla sua bocca, cercavo di apprenderlo e farne tesoro.

Credo che il confronto, con chi è molto più preparato di te, sia fondamentale, nel momento in cui si decide di intraprendere la carriera da allenatore.

A me piace molto leggere, qualsiasi genere, ma adoro i libri scritti da VERI professionisti, di diversi sport.

L’altro giorno ho letto, anzi mi sono divorato in 2 giorni, il libro di Kobe Bryant… “The Mamba Mentality”!

Tra l’altro lo consiglio a tutti quelli che amano lo sport e amano dedicarsi con passione e professionalità a uno sport. 

Comunque, lui scrive: “La mentalità non riguarda un risultato da prefiggersi, quanto piuttosto il processo che conduce a quel risultato. Riguarda il percorso e l’approccio. È uno stile di vita. Penso che sia importante adottare questo metodo in ogni impresa”

E io sono fermamente convinto che lui abbia pienamente ragione.


 

Vi saluto, vi ringrazio per aver letto un pezzettino della mia storia e del mio pensiero, e se deciderete di entrare a far parte di questa grande famiglia, vi assicuro che non ve ne pentirete.

 

Un abbraccio,

Ciao

Stefano La Cara - E-mail: stefanolacarastrong@gmail.com Tel: 331-3638330

www.stefanolacara.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now